Baccalà mantecato

La ricetta è quella della Confraternita del Baccalà mantecato, la faccio da tempo, lo trovate anche qui, è semplice, e veloce e il risultato eccezionale, cucino molto spesso il baccalà in vari modi, ci piace molto, ma il baccalà mantecato rimane il mio preferito, in questa ricetta l’ho accompagnato a crostoni di polenta grigliati e un buon cavolo nero, cotto in un dito di acqua, per pochi minuti il tutto condito con pepe e un giro d’olio.

Ingredienti:

1 chilo di baccalà sotto sale o secco, la ricetta prevede lo stoccafisso, ma io non avevo tempo, ci  
   vuole una settimana di ammollo
2 foglie di alloro
mezzo limone
olio q.b. ma sicuramente 100/150 ml io Olio Dante
Comprate un buon baccalà o stoccafisso, la differenza, se non lo conoscete la capirete dal prezzo, lo stoccafisso costa il doppio, (in Veneto quando parlano di baccalà intendono stoccafisso) mettetelo a bagno in acqua corrente, o cambiatela 4/5 volte al giorno per 48 ore, se baccalà, se stoccafisso una settimana. Mettetelo poi in una pentola con acqua fredda dove avrete messo un paio di foglie di alloro e mezzo limone, portate ad ebollizione e fate cuocere per 15 minuti. Una volta tiepido togliete pelle e spine, sminuzzatelo e mettetelo in un contenitore alto, prendete dell’olio evo e cominciate a versarlo a filo sul baccalà mentre con una frusta o un mestolino di legno girate come se faceste la maionese, continuate a versare olio e vedrete che il baccalà diventerà come una spuma, appena pensate che sia pronto, aggiustate di sale e pepe. 
Io l’ho avvicinato a crostoni di polenta fatta un po’ soda e poi grigliata e a cimette di cavolo nero, voi mangiatelo come preferite, sentirete la bontà del baccalà mantecato.

Stampa Stampa
Share on Tumblr
Scrivi un commento al post!
  1. Araba Felice scrive:

    Ho mangiato il baccalà mantecato solo una volta…e me lo sogno da allora, e dire che non pensavo mi potesse piacere!
    Piatto proprio bello, peccato non trovare la materia prima :-(

    E buon anno!!!

    Rispondi
  2. Federica scrive:

    So che la differenza fondamentale tra baccalà e stoccafisso è nel sistema di conservazione del merluzzo: sotto sale il primo, essiccato il secondo. Lo stocco l’ho assaggiato una sola volta ma siceramente preferisco il baccalà di cui sono proprio ghiotta :D! Dev’essere davvero gustoso mantecato così e certo che hai fatto una gran bella accoppiata con polenta e cavolo nero. Un piatto così e…come di dice…farei Pasqua!
    Un bacio e tantissimi auguri di buon anno

    Rispondi
  3. Ciao! Ti ho scoperta per caso, sei una cuoca formidabile!!! Complimenti :) Da oggi ti seguirò con piacere, se ti va possiamo sentirci su facebook, ti aspetto :)
    il mio link:

    http://www.facebook.com/fantasie.difata

    ¸.•°☆⊱彡
    HAPPY NEW YEAR!!!!

    ╔═════════ ೋღღೋ ══════╗
    ೋ ~~ FELICE 2013~~ ೋ
    ╚═════════ ೋღღೋ ══════╝
    Elly

    Rispondi
  4. Ciao! Ti ho scoperta per caso, sei una cuoca formidabile!!! Complimenti :) Da oggi ti seguirò con piacere, se ti va possiamo sentirci su facebook, ti aspetto :)
    il mio link:

    http://www.facebook.com/fantasie.difata

    ¸.•°☆⊱彡
    HAPPY NEW YEAR!!!!

    ╔═════════ ೋღღೋ ══════╗
    ೋ ~~ FELICE 2013~~ ೋ
    ╚═════════ ೋღღೋ ══════╝
    Elly

    Rispondi
  5. daniela64 scrive:

    Adoro il baccalà mantecato, perfetto l’abbinamaneto con la polenta e il cavolo nero. Buon 2013, un abbraccio Daniela.

    Rispondi
  6. Fr@ scrive:

    Mangio il baccalà in tanti modi, ma così non l’ho mai provato.

    Rispondi
  7. paneepomodoro scrive:

    Polenta e baccalà sono un abbinamento classico che non tramonterà mai! Mi hai fatto venir voglia di metterlo a tavola in questi giorni!

    Rispondi
  8. I fiori di loto scrive:

    Anche a casa mia il baccalà piace tanto…. in tutti i modi. Non l’ho mai accompagnato con il cavolo nero, proverò.

    Rispondi
  9. Paola Bacci scrive:

    Una proposta gustosissima e molto invitante!!! Complimenti e tanti cari auguri di buon anno e buona Epifania!!!

    Rispondi
  10. Artù scrive:

    Questa è una ricetta strepitosa, il baccalà o stoccafisso in famiglia lo si cucinava spesso, ma dato che era dominio di mia nonna, da quando non c'è più ne io, ne mia mamma riusciamo a cucinarlo. Ci sembra di fare un torto a lei, e non riusciamo proprio a prepararlo! Però dovremmo farci coraggio…..vista la bontà!

    Rispondi