• Lasagne ai broccoli

    L’Mtc di questo mese è dedicato ad uno dei piatti più conosciuti e più amati in Italia. Le Lasagne, io le Lasagne ai broccoli. Cosa si può dire di questo piatto? Tutto. Ero piccola quando mia nonna prima e mia mamma dopo preparavano le lasagne soprattutto la domenica. E’ una ricetta importante si può considerare un piatto unico, sono presenti infatti carboidrati e proteine e le calorie non sono poche, senza contare la presenza della salsa besciamella, con burro, latte e farina. Insomma è un piatto di tutto rispetto.

    lasagne ai broccoli

    La storia delle lasagne (più raramente “lasagna“) si perde nella notte dei tempi, e si è mantenuta viva soprattutto in alcune regioni, Emilia Romagna, Marche, Toscana e Lazio. Per lasagne si intendeva un impasto di farina di grano tenero,  e uova (in Emilia Romagna prima dell’Unità d’Italia il grano duro non esisteva), fatto dalle  cosiddette sfogline o rezdore, le donne che preparavano la sfoglia, questi quadrati di pasta in modo ineccepibile. Per pasta si intende invece un prodotto fatto con farina di grano duro senza uova e questo è così anche adesso, per cui le lasagne sono sfoglia e non pasta. Le lasagne classiche vengono condite con ragù alla bolognese, besciamella e parmigiano.

    con questa ricetta partecipo alla sfida n.42 dell’MtChallenge: le lasagne

    banner1Oggi le lasagne si fanno con le farine più diverse, si mischiano grani duri e grani teneri, grani antichi e si macinano legumi da aggiungere in minima parte alle farine per dare più sapore. I condimenti si sono arricchiti non più il ragù, ma tante verdure, alla griglia, stufate o fritte, e il pesce, il pesce cotto nei modi più diversi, sempre con una leggera besciamella o sugo di pomodoro molto liquido, senza formaggio. Insomma le lasagne si possono fare con le farine più diverse e condire con ingredienti di ogni tipo, possiamo fare quelle vegetariane o quelle vegane, con il tofu, o con il seitan, con la soya, sono tanti i modi di condire le nostre lasagne. Largo alla fantasia.
    Ricetta di questo mese dal blog “Les Madeleines di Proust” che trovate qui

    sfoglia appena impastata sfogliaconmattarelloJPG sfogliechecresce broccoletti perilforno

    Lasagne in altre realtà. In Sicilia Sagne e lagane indicano strisce di pasta lunghe ma qui c’è una differenza loro impastano grano duro di cui la Sicilia è ricca, uova e acqua e devo riconoscere che viene una pasta splendida. In Puglia e Basilicata troviamo le sagne ‘ncannulate (attorcigliate) senza uovo. A Napoli stesso impasto si chiama lasagna riccia e si usa per la lasagna di carnevale un piatto molto ricco con ricotta, ragù abbondante, polpettine, uova sode, salumi e tutto quello che ci viene in mente, un piatto unico ma per diversi giorni.
    Abbiamo poi le lasagne matte della Lunigiana
    , fatte con grano tenero, o farro o semola insieme alla farina di castagne, tipica della lunigiana, la percentuale della farina di castagne varia a seconda dei gusti personali. Ecco le mie Lasagne ai broccoli

    lasagne ai broccoli

    Ingredienti per 4 porzioni di Lasagne ai broccoli:

    • 350 grammi di farina O
    • 100 grammi di semola rimacinata
    • 50 grammi di farina integrale
    • 3 uova
    • se serve qualche guscio di acqua (si intende l’acqua che entra dentro ad un guscio di uovo rotto)
    • 2 cucchiai di olio evo
    • 1/2 cucchiaino di sale fino
    • una spianatoia e un mattarello e tanta voglia
    • broccoli siciliani freschi, puliti, lavati e messi a cuocere in acqua e poi ripassati in padella con uno spicchio di aglio, peperoncino e olio
    • del formaggio pecorino romano

    Come fare la sfoglia lo abbiamo scritto tante volte, ma lo spieghiamo di nuovo, si mette la farina a fontana sulla spianatoia e si mettono al centro le uova leggermente sbattute, il sale, l’olio e se serve, invece di aggiungere altre uova, un guscio o due di acqua (mettere l’acqua dentro al guscio dell’uovo e diventa una misura perfetta) si comincia ad impastare con la punta delle dita e poi con la mani, si lavora a lungo con  e quando abbiamo un impasto liscio lo mettiamo a riposare coperto per un’ora circa.

    lasagne ai broccoli per l'Mtc
    Riprendete l’impasto e cominciate a spianarlo prima appiattitelo con le mani e poi con il mattarello e mentre lo spianate vedrete crescere la pasta, è una grande soddisfazione ed il sapore completamente diverso.

    Mettete l’acqua in una pentola bella grande e quando bolle aggiungete sale e olio, un cucchiaio e calate i quadrati di pasta da lessare, dopo qualche minuto prendeteli con una schiumarola e metteteli dentro ad una ciotola con acqua fredda, poi in un canovaccio, ben distesi,  ad asciugare.

    Nel frattempo fate la salsa besciamella.

    • 1 litro di latte
    • 100 grammi di burro
    • 100 di farina
    • noce moscata, una bella grattata
    • sale, 1/2 cucchiaino

    Mettere il burro in una pentola con un bel fondo spesso per evitare che si colori, quando il burro è pronto togliere la pentola dal fuoco e aggiungere la farina, girare bene e poi aggiungere il latte e il sale, rimettere sul fuoco portare a bollore e, sempre girando far cuocere per 5 minuti, fino a che la vedrete meno liquida. Lasciate da una parte.

    quadridipasta

    Assemblate le lasagne. Mettete qualche cucchiaio di besciamella sul fondo di una teglia, qualche cucchiaio di broccoli e poi i quadrati di pasta, così fino ad esaurimento degli ingredienti. Una generosa grattata di pecorino romano ci starà benissimo e in forno per 20 minuti a 180°. Le mie sono finite, e non erano solo quelle della fotografia.

    lasagne ai broccoli

     

    Stampa Stampa
    Share on Tumblr
  • Frittelle alla banana di Samoa – Panikeke Lapotopoto

    Altra ricetta da Samoa, questa volta sono le frittelle con dentro la banana, Panikeke Lapotopoto, buone, dolci, soffici,  e semplici, i piatti di Samoa sono molto semplici, molto naturali con pochi ingredienti ma gradevoli. Molta frutta, molto latte di cocco e verdura, anche carne ma a me non interessa e ricette con pesce  che qui verrebbe definito “povero”.

    Il nostro Abbecedario culinario mondiale continua il suo viaggio e fra pochi giorni faremo nuovamente la valigia per altri lidi.

    panikeke, frittelle di banane

    Read More

    Stampa Stampa
    Share on Tumblr
  • Bolle di pane con noci cannella e uvetta al rum

    Bolle di pane con noci cannella e uvetta al rum. Nel nostro paese sono molti i pani dolci che vengono preparati durante le festività dei morti per esempio. E’ tradizione di molte regioni omaggiare questa giornata con pani dolci, e poi le feste di Natale, i santi protettori e così via, i pani dolci fanno parte della dieta mediterranea come lo sono altre specialità.

    bolle di pane2 Read More

    Stampa Stampa
    Share on Tumblr
  • Panino con hamburger vegetariano

    Ho realizzato un desiderio, un hamburger vegetariano. Non spiegherò adesso e qui i motivi di questa scelta, decidere di non mangiare più carne, è sicuramente una scelta etica. Vorrei dirvi però di provare a preparare un hamburger come questo e poi ne riparliamo. I sapori e i  colori faranno felici anche i carnivori più incalliti.

     

    PANINOVEGAN Read More

    Stampa Stampa
    Share on Tumblr
  • Panini di Samoa – Keke

    Il nostro viaggio è iniziato e noi dell’Abbecedario culinario mondiale,  fatte le valigie siamo partiti alla volta di Samoa la prima delle nostre tappe. Il viaggio sarà lungo durerà più di un anno e mezzo e ci portetà in molte città del mondo. Visiteremo luoghi sconosciuti e città famose, arriveremo anche in antartide e vedremo se ci sarà qualche buon piatto cucinato con ingredienti locali. Invitiamo chi vuole viaggiare con noi a preparare il trolley e a seguirci, non si vince nulla, ma si acquisiscono tante informazioni su cibo, usi e costumi sui paesi che visitiamo. Siamo un buon numero di foodblogger che ormai si conoscono, abbiamo viaggiato insieme per tutta la Vecchia Europa e quella nuova. Abbiamo scoperto angoli che non conoscevamo e ci è piaciuto talmente tanto che abbiamo deciso con la nostra Aiuolik, l’ideatrice di questa splendida avventura, di andare avanti alla scoperta del mondo e allora cosa aspettiamo?

    panini di samoa Read More

    Stampa Stampa
    Share on Tumblr
  • Torta di zucchine e peperoni

       Zucchine romanesche e peperoni  corno, quelli verdi, dolci, sono le ultime verdure fresche della stagione, dopodiché entreremo nel tunnel delle verdure invernali, broccoli e broccoletti, cicoria e cavoli, dal bianco cavolfiore al cavolo nero toscano che ci regala splendide ribollite e zuppe, adoro le verdure invernali sono rilassanti, ti avvolgono, ti scaldano, non c’è nulla di meglio che rientrare in una casa calda e trovare una ribollita nel piatto, vi garantisco che in una giornata fredda è il massimo

     

    Torta di Zucchine e Peperoni Read More

    Stampa Stampa
    Share on Tumblr
  • Hummus di ceci

    I ceci sono legumi ricchi di proprietà benefiche  per il nostro organismo, carichi di  fibre, e quindi importanti per il transito intestinale, sali minerali, vitamine. I ceci sono importanti perché tengono sotto controllo il colesterolo quello cattivo. Contengono anche discrete quantità di grassi buoni e proteine. La ricetta che segue è l’Hummus di ceci, quella splendida crema a base di ceci e thaina (la thaina è una crema ottenuta dai semi di sesamo) che deve la sua origine ai paesi arabi, non uno in particolare, l’hummus di ceci accompagna molti piatti in tutti i paesi arabi, è anche un classico della cucina israeliana e la sua origine è molto antica. L’hummus di ceci si spalma nella pita prima di farcirla con i falafel,  nella cucina mediterranea si accompagna a verdure crude, carote, finocchi al posto del pinzimonio.

    hummus di ceci Read More

    Stampa Stampa
    Share on Tumblr
  • Diamo il via all’ Abbecedario Culinario Mondiale

    C’è una parola che va tanto di moda ed è “virale”. Qualcosa diventa virale perché tutti lo vogliono, tutti lo conoscono, tutti ne parlano… Ecco, l’abbecedario culinario d’Europa non è diventato virale, però rileggendo il suo post di apertura del Gennaio 2013, si parlava di 16 blog che a blog unificati annunciavano il viaggio (virtuale) culinario europeo, e quest’anno? Quest’anno abbiamo un calendario già pronto, abbiamo un gruppo di 29 blogger che compongono la nostra carovana, tra ambasciatrici, ambasciatore, “semplici” viaggiatrici e un’Aiuolik.

    Read More

    Stampa Stampa
    Share on Tumblr
  • Pane alla zucca e noci

    Associazione nazionale città dell’olio e Associazione italiana food blogger, di cui faccio parte,  hanno dato vita al contest Girolio d’Italia #imagnifici6, il protocollo siglato darà vita ad altre interessanti manifestazioni, questa è stata organizzata per celebrare il ventennale dell’Associazione nazionale città dell’olio.
    Altre informazioni le trovate nel sito dell’Aifb – Associazione italiana food blogger qui.
    pane alla zucca e noci
    BANNER CONTEST

    Read More

    Stampa Stampa
    Share on Tumblr
  • Tagliatelle Nere alla Zucca e Timo

    Tagliatelle Nere alla Zucca e Timo. L’effetto cromatico è bello lo dobbiamo ammettere e il sapore ancora meglio. Sto parlando delle mie tagliatelle nere di farina di riso Venere.

    Il riso nero è nero non perché colorato nasce così e adesso vi parlo un po’ della sua origine.

    tagliatelle nere e zucca

     Il riso Venere nasce a Vercelli nel 1997,  è un incrocio naturale tra una varietà asiatica di riso nero (messa a disposizione dall’IRRI – Istituto Internazionale di Ricerca sul Riso con sede nelle Filippine, il più importante Ente per la conservazione delle varietà di riso del Mondo) ed una varietà italiana.  Il riso nero viene coltivato oggi nelle province di Vercelli e Novara.

    Read More

    Stampa Stampa
    Share on Tumblr